Breaking News

Oscar 2010 i vincitori

Kathryn Bigelow, autodefinitasi anni fa una donna con le palle, sottoscrivo in pieno essendo lei la regista di pellicole adrenaliniche e maschiacce come Point Break, Strange Days (finale romantico ma perdonabile), Il mistero dell'acqua, e Blue Steel, batte l'ex marito James Cameron lasciandolo praticamente a mani vuote e diventando la prima regista a vincere le due statuette più ambite. Miglior film e migliore regia vanno infatti a The hurt locker lavoro, oramai vecchio di un paio d'anni, accolto tiepidamente al Festival di Venezia. Per Jeff Bridges il momento da lui tanto temuto è arrivato. Alla quinta nomination finalmente riesce a portarsi a casa il premio come migliore attore. All'italiano Mauro Fiore il premio come migliore fotografia.
Questi i premi assegnati ieri notte a Los Angeles.

Miglior film - The hurt locker
Miglior regia - Kathrin Bigelow per The hurt locker
Migliore sceneggiatura originale - Mark Boal per The hurt locker
Migliore sceneggiatura non originale - Geoffrey Fletcher per Precious
Migliore attore portagonista - Jeff Bridges per Crazy heart
Migliore attrice protagonista - Sandra Bullock per The blind side
Miglior attore non protagonista - Christoph Waltz per
Bastardi senza gloria
Migliore attice non protagonista - Mo'Nique per Precious
Miglior film straniero - El secreto de sus ojos (Argentina) di Juan José Campanella
Migliore canzone originale - The weary kind di T-Bone Burnett e Ryan Bingham per The hurt locker
Migliore colonna sonora - Michael Giacchino per
Up
Miglior film d'animazione -
Up
Miglior corto d'animazione - Logorama di Nicolas Schmerkin
Migliore fotografia - Mauro Fiore per
Avatar
Migliore scenografia - Rick Carter, Robert Stromberg, Kim Sinclair per
Avatar
Migliori Costumi - Sandy Powell per The young Victoria
Milgior montaggio - Bob Murawski e Chris Innis per The hurt locker
Miglior trucco - Barney Burman e Mindy Hall e Joey Harlow per Star Trek
Migliori effetti speciali - Joe Letteri, Stephen Rosenbaum, Richard Baneham e Andy Jones per
Avatar
Miglior montaggio del suono - Paul Ottosson per The hurt locker
Miglior missaggio del suono - Paul Ottoson e Ray Beckett per The hurt locker
Miglior documentario - The cove di Louie Psihoyos
Miglior corto d'azione - The new tenants di Joachim Back

1 commento

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

grande bigelow!

quest'anno mi ha lasciato molto dubbioso giusto il premio per il miglior film straniero. il nastro bianco e il profeta sono due film strepitosi, adesso attendo di vedere questa pellicola argentina..