Breaking News

Invito a cena con delitto di Robert Moore

Chi è il miglior detective del mondo? Il sofisticato, elegante, educatissimo Dick Charleston (David Niven) accompagnato dalla moglie Dora (Maggie Smith), il cinese Sidney Wang (Peter Sellers) con un proverbio per ogni occasione venuto per l'occasione con il figlio giapponese adottivo Willie (Richard Narita), lo scorbutico hardboiled Sam Diamante (Peter Falk) giunto sul posto insieme alla sua maltrattatissima segretaria Tess Skeffington (Eileen Brennan), la signora Jessica Marbles (Elsa Lanchester, la mitica Moglie di Frankenstein) con vecchina a seguito (Estelle Winwood al suo ultimo film), o il belga effeminato Perrier (James Coco) accompagnato dal suo fedele maggiordomo Marcel (James Cromwell)? Per scoprirlo ecco organizzata da Lionel Twain (Truman Capote) una cena con delitto. Chi riuscirà a sopravvivere nella villa blindata alla notte e a scoprire l'assassinio che avverrà a mezzanotte in punto sarà ricoperto ancora di più da onori, gloria, e... un milione di dollari.
Solo che Twain è un genio folle ed egocentrico che vuole dimostrare ai cinque di essergli superiore, di essere lui il più grande detective vivente.

Invito a cena con delitto (Murder by death) è una parodia del genere giallo, diretta da Robert Moore e scritta da Neil Simon, che unisce stereotipi vari di investigatori in un contesto molto alla Agatha Christie di 10 piccoli indiani. Il gruppo protagonista capisce subito che il loro ospite è più pericoloso che semplicemente eccentrico e che bisognerà unire gli sforzi per sconfiggerlo. Ben presto però, tra colpi di scena vari, i detective si ritroveranno in un vicolo cieco che li porterà a sospettare sempre più l'uno dell'altro anche perché sanno di ognuno di loro cose che è meglio non sapere. Alla fine la verità verrà a galla, e gli ospiti potranno raccontare la storia ai nipoti, ma sarà una verità fittizia, un contentino da dare agli invitati, l'ennesima frottola messa in atto da chi ha organizzato tutta questa messa in scena. La vera identità dell'ospite misterioso e giocherellone, tutto sommato pazzoide ma non pazzo, la vera verità, si saprà solo dopo che gli indagatori se ne saranno andati. A loro, ai migliori cinque detective del mondo, non è concesso smascherare l'assassino, trovare il colpevole, sapere qual'è la verità. Non questa volta. Questa volta la verità è più complicata, è più veritiera. Non esiste una sola verità. Questa volta loro sono solo le pedine di un gioco macabro, sadico, dissacratorio e diffamatorio, che li sputtana ai nostri occhi e li mette a nudo per quello che sono. Un gioco macabro e innocente che li ridicolizza stando sempre un passo avanti a loro. Il genere giallo per rinnovarsi aveva bisogno anche di questa commedia.
E si ride di gusto soprattutto per le molte battute distribuite in maniera più o meno equa a tutti i personaggi. Ci si affeziona subito al nonsense continuo che si ripete ad ogni colpo di scena, a quel assurdo, unico re, che regala momenti memorabili come i dialoghi tra il maggiordomo cieco (Alec Guinness) e la cuoca sordomuta e straniera (Nancy Walker anch'ella alla sua ultima pellicola). Ironia multiforme, un po' inglese un po' sboccata, non adatta a tutti i palati.
Fotografia - David M. Walsh
Scenografie - Stephen Grimes, Harry Kemm, Marvin March
Costumi - Ann Roth
Montaggio - John F. Burnett
Musiche - Dave Grusin















Elsa Lanchester ai tempi di La moglie di Frankenstein e poi in Invito a cena con delitto.

Le frasi celebri:
#1 Sidney Wang: -Conversazione è come televisione durante luna di miele: non necessaria-
#2 Sidney Wang: -Domande è come carta igienica vetrata: a lungo andare molto irritante-
#3 Milo Perrier: -Non sono francioso, sono belgioso-
#4 Sam Diamante alla sua segretaria Tess: -Perché non ti innamori del giapponese così ti levi dalle palle-

3 commenti

Smilla* ha detto...

letteralmente uno dei film della mia infanzia, e uno dei miei preferiti; l' ho visto talmente tante volte che c' era un periodo in cui mi ricordavo a memoria tutta la scena delle "verità svelate" in salotto XD!! sempre bellissimo, da riguardare con vero piacere!

Anonimo ha detto...

Non l'ho ancora visto, ma io che adoro Agatha Christie all'infinito, anche se qui è "ridicolizzata", devo vederlo assolutamente!!
Ale55andra

Luciano ha detto...

Un gradevole film che rivedo sempre con piacere.