Breaking News

Devil di John Erick Dowdle

Cinque persone, non proprio stinchi di santo, rimaste bloccate in ascensore e un poliziotto che passa da quelle parti per caso, per altri motivi, perché impegnato in una indagine su un suicidio avvenuto in quel grattacielo. A far accadere quell'incontro il diavolo, deciso a prendersi un po' di anime dannate, a mettere alla prova la bontà del poliziotto. E allora mi chiedo: perché cinque persone? Non sarebbe stato meglio eliminare quei personaggi messi lì solo per prender tempo? Un cortometraggio non era meglio? Non sarebbe stato meglio concentrarsi sui due veri protagonisti? Un "duello" a distanza non avrebbe forse ottenuto risultati migliori? Dirò di più: non sarebbe stato meglio eliminare il fattore paranormale senza dare una speigazione a quell'incontro? Un approccio alla Paul Thomas Anderson, alla Kieslowski (faccio due nomi tanto per dare l'idea), in cui il destino non ha registi evidenti non avrebbe forse migliorato il film? Forse mi chiedo queste cose perché di Devil le parti che meno convincenti sono proprio quelle horror in cui il maligno si mostra palese, o quelle scene in cui uno ad uno i protagonisti intrappolati muoiono mentre nell'ascensore si fa buio per un backout. L'avvicinamento del poliziotto che indaga è invece la parte più entusiasmante. Tutta la parte poliziesca è ben fatta: una volta sul posto ci intriga vedere come farà il poliziotto a scoprire l'identita dei bloccati, visto che loro sentono lui ma non il contrario. Voler attribuire questo incontro, questa prova, al diavolo sa troppo di furbizia. Risultato: un film né bello né brutto, né carne né pesce, oltretutto scontato, soprattutto in quel finale in cui il bene alla fine trionfa.

Da segnalare comunque gli ottimi titoli di testa con i grattacieli ripresi a testa in giù. Dal regista di The Poughkeepsie Tapes e Quarantena, John Erick Dowdle, e dal produttore (e autore del soggetto) M. Night Shyamalan tutto sommato ci si doveva aspettare qualcosina di più.

7 commenti

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

mi incuriosisce, anche se i pareri che ho sentito non sono molto incoraggianti..

Midnight ha detto...

Devo ancora vederlo... mmh sono dubbiosa..

PS: Ti seguiamo già con il Labirinto del Diavolo, ora ho aperto il mio blog personale (uhuhu), ho già messo il tuo link, se ti va di ricambiare... ^^

Anonimo ha detto...

Io l'ho trovato a dir poco ridicolo, soprattutto in sede di dialoghi e interpretazioni.

Ale55andra

Roberto Fusco Junior ha detto...

Marco, una mezza cagata. Lascialo perdere.
Midnight, Ti linko subito anche io!
Ale55andra, guarda: secondo me le interpretazioni si salvano. Uno dei problemi sta nei personaggi, certi di questi davvero ridicoli. Come l'ispanico credente (anche voce recitante se non ho capito male) tutto frasi come "Madre de dios" o "El diablo".

Anonimo ha detto...

Si, la voce narrante era di un irritante e un didascalico allucinante tra l'altro...

Ale55andra

Tizyana - Azzurraa ha detto...

Purtroppo è difficile fare un buon horror, lo è ancor di più accontentare i gusti variegati del pubblico, comunque questo film m'incuriosisce, spero di vederlo presto.

Roberto Fusco Junior ha detto...

Ale55andra, la voce recitante negli horror raramente funziona.
Tizyana, l'horror deve accontentare le aspettative del pubblico spaventandolo. Non deve fare altro. Difficile ma non impossibile.