Breaking News

Draquila (reprise)

Ma c'è anche da dire, a proposito di Draquila di Sabina Guzzanti, che molte sono le cose che mai sentirete in tv. Da Fazio, al tg 3 su SKY si è dato risalto al potere della Protezione Civile di scavalcare qualsiasi legge in caso di calamità naturali o di eventi speciali come il G8.
L'autrice neanche sotto tortura ammetterà che parecchi (tutti?) cameraman/giornalisti freelance ancora non vengono pagati per le riprese che compaiono nel documentario. Né mai spiegherà come mai ha tagliato dal montaggio finale i giovani pro Berlusconi/Bertolaso. Forse qui la risposta a favore della regista la posso dare io: forse la Guzzanti li ha omessi per illudere e illudersi che questo Paese è ancora salvabile? E come mai proprio lei che ha notato ed evidenziato il carattere chiuso e montanaro di noi aquilani, dopo le interviste ai vari terremotati se ne andava freddamente, come una ladra, lasciando ai suoi assistenti il compito di salutare e ringraziare gli intervistati? Spietatezza tipica di chi non guarda in faccia niente e nessuno pur di raggiungere il suo scopo finale che più che la denuncia pare essere il successo personale. Non guarda in faccia niente, senza morale ed etica, includendo così nel montaggio finale un pezzo che potrebbe costare il posto di lavoro ad un persona convinta che la telecamera fosse spenta.
Piccoli squali crescono?

Nessun commento