Breaking News

Cujo di Lewis Teague

A qualcuno è capitato sicuramente di incontrare un cane aggressivo che lo ha costretto a trovare rifugio in un portone, lo ha pietrificato dalla paura, oppure lo ha fatto correre come se posseduto da Usain Bolt.

Cujo è un cane San Bernardo che contrae la rabbia e -dopo aver fatto fuori il suo padrone (Ed Lauter) e un suo amico (Mills Watson)- assedia un auto con dentro una mamma (Dee Wallace) con il suo figlio piccolo (Danny Pintauro). Ad arrivare in loro soccorso, anche se a giochi ormai svolti, sarà il capofamiglia Vic Trenton (Daniel Hugh Kelly) deciso a ricostruire con sua moglie un rapporto logorato dalla scoperta dall'amante di lei (Christopher Stone).

Il montaggio parallelo che unisce le due storie nella parte finale si fa avvincente e carico di suspence raccontando da una parte l'assedio e dall'altra la lontananza (anche geografica) di Vic dalla famiglia in pericolo. Certo, da queste parti avremmo ridotto la faccenda della crisi famigliare per concentraci meglio sul cane assassino. Protagonista rimane comunque l'animale, prima affettuoso poi aggressivo. Un'idea semplice ed efficace che non invecchia mai realizzata piuttosto bene.

Dirige Lewis Teague, fotografa Jan De Bont il futuro regista di Speed e Haunting: presenze.


Tra i vari adattamenti dei romanzi di Stephen King questo è quello che più piace al diretto interessato, quello meno gradito, come si sa, è lo Shining di Stanley Kubrick. Contento lui...

Nessun commento