Breaking News

Ombre malesi (The letter) di William Wyler

Ombre malesi (The letter) è un anomalo anticipatore delle atmosfere noir, diretto dal maestro William Wyler, dall'ambientazione esotica. Racconta una storia di adulterio, donne che mai ti aspetteresti, ricatti, avvocati incorruttibili ma mica poi tanto, disperazione, giustizia e vendetta, molti dei temi cardine del genere. In Malesia Leslie Crosbie (Bette Davis) uccide un uomo, dice lei, per autodifesa. Howard Joyce, l'avvocato che la difende (James Stephenson), scoprirà presto cose sul suo conto non esattamente pulite ma la difenderà ugualmente nascondendo anche una prova importante, facendosi così prendere da una crisi di coscienza, che getterebbe in una cattiva luce la donna agli occhi della giuria popolare. In tutto questo c'è anche Robert il marito di lei (Herbert Marshall) disperato per la situazione, perdutamente innamorato della moglie nonostante abbia capito che dietro il suo aspetto innocente (la sua passione ufficiale è l'uncinetto) si nasconde un'altra donna; e c'è anche l'assistente dell'avvocato, un malese (Victor Sen Yung) che con discrezione ottiene la sua fetta di torta facendo entrare in scena la moglie dell'uomo morto (Gale Sondergaard).
Anomalo è il concetto di vamp della pellicola. Leslie non vuole soldi dalle sue relazioni con gli uomini, quello che la spinge al tradimento è semplice passione, non vuole ottenere niente se non soddisfare questo suo prurito. Eppure questa situazione svuoterà il marito emotivamente, lo renderà consapevole della sua dipendenza dalla moglie nonostante tutto ciò che è venuto a galla. Leslie si ritrova in quella situazione a causa del suo temperamento passionale. Ma dove finisce la sua recita e inizia ad essere se stessa non è facile individuarlo. Fino a che punto recita il ruolo della donna debole, la carne è debole si sa, innamorata di un altro uomo malgrado i suoi sforzi per comportarsi bene, che solo le circostanze hanno portato in quella situazione? Recita solo per salvarsi dalla forca, o c'è del vero pentimento, della vera paura nei suoi occhi? Un po' dell'uno e un po' dell'altro si potrebbe rispondere. Tutto sommato non è così azzardato dire che Leslie Crosbie è una donna che recita spaventata con lo scopo di manipolare per ottenere la salvezza dalla forca.
William Wyler come suo solito sfrutta le potenzialità della cinepresa utilizzando al meglio le profondità di campo offerte dagli obiettivi dell'epoca per ottenere effetti drammatici innovativi ed efficaci. Di giochi di luce e ombre se ne vedono pochi e solo nelle scene esterne, quasi tutte con la luna piena nascosta da minacciosi nuvoloni.

Curiosità:
- Il finale del film è stato imposto dai produttori Warner Bros
- Ombre malesi è il remake di The letter diretto nel 1929 da Jean de Limur con Herbert Marshall nel ruolo dell'amante.

Sceneggiatura - Howard Koch
Fotografia- Tony Gaudio
Scenografie - Carl Jules Weyl
Trucco - Perc Westmore (fratello di Bud)
Costumi - Orry-Kelly
Montaggio - George Amy, Warren Low
Musiche - Max Steiner


Consigli per gli acquisti: su questo sito c'è la possibilità di comprare queste due locandine e molte molte altre. http://www.moviegoods.com/movie_poster

Nessun commento