Breaking News

Il corpo scomparso di Wallace Fox

Lo scienziato Lorenz (Bela Lugosi) rapisce giovani spose, addormentandole con un’orchidea di sua invenzione, e con le trasfusioni di sangue mantiene eternamente giovane la pazza moglie (Elizabeth Russell). Sulle sue tracce si mette Pat (Luana Walters), una intraprendente giornalista che indagando viene a conoscere il suo assistente (come da copione estraneo alla vicenda e innamorato di Pat), il Dottor Foster (Tristram Coffin), e la sua sinistra servitù formata dalla anziana domestica Fagah (Minerva Urecal) madre di un figlio grande, grosso e ritardato (Frank Moran) e di un nano (Angelo Rossitto, già visto in Freaks di Tod Browning).
Girato nel 1942, questo misconosciuto Il corpo scomparso (The corpse vanishes) è quello che è: un mezzo pasticcio che si lascia guardare solo perché dura solamente un’ora ed è interpretato da Bela Lugosi. Non c’è assolutamente niente di nuovo nel soggetto di Sam Robins (Il vendicatore del Texas) e nella sceneggiatura di Harvey Gates (I tigrotti di New York, L’avventuriera di San Francisco). Solo un tentativo per fare due soldi da parte della Monogram Pictures Corporation, una casa di produzione che realizzò con Lugosi negli anni ‘40 ben sette film molti dei quali, temo, mai giunti in Italia.
Regista di questo Il corpo scomparso è Wallace Fox, autore lo stesso anno di un’altra pellicola horror - sempre per la Monogram - con Bela Lugosi intitolata A mezzanotte corre il terrore.

Nessun commento