Breaking News

Il ritorno di Corrado Guzzanti

La notizia è risaputa però noi la diamo lo stesso, non si sa mai.
!!!
Lo scorso anno, quando finì la prima stagione di Boris, ci si rese conto che per la prima volta era andata in onda una serie italianissima di ottimo gusto, fattura, senso dell’umorismo, ben recitata, ben scritta, ben diretta. Insomma un eccellente prodotto americano, nonostante il tricolore. Quest’anno quindi, per stupire il pubblico con effetti speciali, non potevano che tirare fuori un coniglio (o un pesce rosso, per restare il tema) dal cilindro. Ecco che arriva così, come una magnifica sorpresa, Corrado Guzzanti. L'amatissimo comico sempre più avaro di sé, regala la sua presenza (al fianco della sorella Caterina) per ben sei puntate nei panni di Mariano, un attore psicologicamente instabile e totalmente imprevedibile, con frequenti scatti d'ira e violenza. Siccome il suddetto sta attraversando una profonda crisi mistica, viene arruolato dalla produzione de Gli Occhi del Cuore (la finta fiction su cui ruota l’intera serie) per vestire i panni del Conte. E come chicca finale, spunta anche Padre Gabrielli, sempre Corrado, agente e consulente spirituale di Mariano. E come direbbe il poeta, che Dio lo benedica. FOX Dal 19 maggio ogni lunedì ore 23.
Beatrice Dondi
!!!
Da quando esistono le soap operas, esiste anche il supercattivone da soap. Una sorta di deus ex machina in negativo, a cui dare la colpa di tutto. Qualcuno di cui servirsi per creare improbabili svolte drammatiche, nel tentativo di accrescere la tensione… drammatica, appunto. Sì. Come no. Facilissimo, proprio… Soprattutto se dietro a quella ricerca di tensione drammatica ci sono gli svogliati sceneggiatori de Gli occhi del cuore. Che non abbiano voglia di lavorare, è ormai chiaro (ricordate la prima stagione? “Stanis entra ed improvvisa una scena molto divertente”). Però va almeno riconosciuto loro il “merito” di conoscere la materia di cui si occupano.
Gli sceneggiatori de Gli occhi del cuore conoscono perfettamente l’identikit del supercattivone da soap. Si tratta solitamente di un personaggio ricco e potente, senza scrupoli, manipolatore e preferibilmente psicolabile. Senza supercattivone, la soap non va avanti: chi si dispera? A chi spetta il ruolo del male? Come si mantiene alto (si fa per dire) l’interesse del pubblico, senza sconvolgenti colpi di cattiveria? Non si può! Il supercattivone ci vuole! Lo sanno perfino quei tre scansafatiche degli sceneggiatori de Gli Occhi del Cuore… Che per non sforzarsi troppo, al cattivone non hanno dato nemmeno un nome “vero”: lo conosciamo come “Il Conte”.
E vi ricordo che ad interpretare questo “Conte” è Corrado Guzzanti, che da stasera (con il terzo episodio della seconda stagione) entra nel cast di Boris. Nei panni di Mariano, l’attore che interpreta il Conte, che – non c’è nemmeno bisogno di dirlo – si può definire in qualunque modo, tranne che con il termine “normale”.
Del resto, se Corinna se ne va, toccherà pure a qualcuno il compito di far impazzire il povero René. E Mariano, con i suoi scatti d’ira e le sue improbabili visioni mistiche ce la metterà tutta, ve lo garantiamo!
Chiara Poli
Fonte: Foxtv.it

1 commento

t3nshi ha detto...

Quando l'ho visto apparire alla fine del secondo episodio della nuova stagione mi è preso un colpo. Non sapevo che sarebbe entrato nel cast, è stata un'ottima sorpresa!
Aspetto di vedere la terza puntata e ringrazio la fox per "Boris". Finalmente un telefilm italiano di cui andare estremamente fieri :)

Ciao,
Lore