Breaking News

Fascisti su Marte di Corrado Guzzanti e Igor Skofic

Fascisti su Marte è una divertente pellicola che riprende il discorso iniziato nella trasmissione tv cult Il caso Scafroglia. Nel 1939 il gerarca Barbagli insieme a un pugno di soldati giungono sul pianeta rosso per trasformarlo in una colonia del duce. Rimarranno senza navicella, se la vedranno con i pericolosissimi indigeni del luogo i mimimmi. Piogge di meteoriti, apparizioni di una madonna munita di manganello, incubi con statue di Mussolini che inseguono Barbagli, ma anche riferimenti alla politica di oggi, non solo italiana. Fascisti su Marte diverte con il suo narrare da cinegiornale d’epoca, per le gag da cinema muto che adotta, e per il citazionismo dei classici tra cui Il grande dittatore di Charlie Chaplin. È un film coraggioso, poche davvero poche le parole che gli attori pronunciano dal vivo, tutto è affidato alla raffica di parole del telecronista che parla delle “gesta eroiche” dei protagonisti e lo fa in modo tale da portarci con il pensiero a fatti più recenti. Poi ci sono le parole scritte, vuoi che siano le didascalie, vuoi che siano le scritte che i fascisti fanno sul suolo di Marte per onorare il duce. Tutto è molto divertente, di un umorismo sottile. Ma si sa che Corrado Guzzanti non lavora al Bagaglino. Se vi stanno a cuore certe cose dell’Italia e del mondo, questo film vi piacerà, vi farà ridere e riflettere per forse alla fine farvi arrabbiare un po’. La satira si sa fa anche questo.
Il film scritto da Guzzanti è diretto dallo stesso e da Igor Skofic (già regista delle trasmissioni tv Il caso Scafroglia e Parla con me).
Curiosando su imdb.com ho scoperto che questa non è la prima regia di Guzzanti: nel 2000 aveva fatto Und1c1/8ttavi.

6 commenti

claudio ha detto...

le puntate nel caso scafroglia erano folli e divertenti...
il film al cinema l'ho perso perciò proverà a recuperarlo...

Deneil ha detto...

ho letto due rece su questo film in pochi giorni e devo dire che la tua è decisamente più ottimista..nonostante i guzzanti (soprattutto la sorella) non mi fanno impazzire credo che lo recupererò..gli sketch che faceva con questo tema erano esilaranti!
ti invito a partecipare a un piccolo sondaggino da me su miglior e peggior film dell'anno e ti faccio nel frattempo tantissimi auguri di buon anno!

Mario Scafidi ha detto...

grazie per la tua visita a settimaarte, e per lo scambio di opinioni. è esattamente ciò che desidero di più il confronto con chi non la pensa come me (mi riferisco a "il mistero del falco"). spero di ritrovarti presto, nel frattempo ti linko, io tornerò.
Buon 2008, alla prox!

dottor benway ha detto...

alla lunga il film annoia, ma resta degna di nota la satira guzzantiana sul regime (e oltre)...

ciao, buon anno

AmosGitai ha detto...

Tanti auguri di buon anno... il 2008 inizi alla grande e termini in maniera eccezionale!!!

Roberto Fusco Junior ha detto...

Auguri a tutti!