Breaking News

Segreti di famiglia di Francis Ford Coppola

Bugie dette a fin di bene o per vigliaccheria. Arte come riscatto, scappatoia, via di fuga, mezzo bugiardo che fa le veci, strumento competitivo, che va via per non tornare forse mai più, bloccato da rimorsi, rancore, personalità soffocanti, negatività varie. È un continuo camminare avanti e indietro, che ci confonde tra sentimenti famigliari contrastanti, indeciso su quale strada prendere tra rinuncia, perdono, amore.
Come sempre accade nel cinema di Francis Ford Coppola, commerciale o indipendente che sia, anche per Segreti di famiglia (Tetro) una sola visione non è sufficiente per apprezzare e cogliere i numerosi strati (tecno-semantici) che compongono il film.

4 commenti

Christian ha detto...

A me è piaciuto, anche se solo il tempo mi dirà quanto. Concordo con te: è un film da rivedere più volte.

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

ci sono alcune finezza di regia notevoli e il cast è ottimo (vincent gallo una garanzia!) però non mi ha colpito particolarmente, non mi ha steso

Anonimo ha detto...

Anche io vorrei rivederlo al più presto. Comunque alla prima visione l'impressione è che si tratti di un film straordinario, su questo non ci piove.

Ale55andra

Roberto Fusco Junior ha detto...

Christian, Lo rivedrò senz'altro in DVD. Mi reputo fortunato di averlo visto a cinema.
Cannibal, pensavo la stessa cosa di Un'altra giovinezza, poi il tempo mi ha fatto cambiare idea. Quindi non si può mai dire.
Ale55andra, aspettiamo il DVD!