Breaking News

A qualcuno piace caldo di Billy Wilder

In pieno proibizionismo, due suonatori di jazz sono costretti a fuggire da Chicago perché testimoni involontari di uno sterminio commesso da una gang criminale. Si travestiranno da donna unendosi ad un'orchestra tutta femminile ("Susy e le sue dame del ritmo") dove spicca la divina Marilyn, anche lei in fuga. Spasso in quantità e di qualità per una commedia che ha ancora tanto da insegnare soprattutto a quelle pellicole che trasformano l'equivoco in volgarità. Certo, qui siamo in tempi in cui questo non era possibile né tanto meno pensabile, fatto sta che questo "impedimento" si è trasformato in una riuscitissima ricerca assolutamente casta e allo stesso tempo divertente in cui gli equivoci mettono in moto un ritmo dai tempi perfetti. I due musicanti nei panni di una donna affronteranno problemi diversi. Comunque disorientati, si dànno consigli, si fanno i dispetti, compiono scelte, innescano una serie di bugie dietro l'altra presi dal vortice del momento. Joe (Tony Curtis) e Jerry (Jack Lemmon) diventati la saxofonista Josephine e la contrabbassista Jeraldine/Daphne giungono in Florida. Lì il primo per conquistare Zucchero Candito (Marilyn Monroe) si travestirà da frigido miliardario petroliere (Shell Junior) riuscendo a utilizzare i magnifici beni in possesso di un vero miliardario, anziano, pimpante e di larghe vedute, Osgood Fiealding III (Joe E. Brown), innamorato sempre più di Jeraldine.
A qualcuno piace caldo (Some like it hot), in un crescendo organizzato benissimo da Billy Wilder, dosa sapientemente tempi e situazioni senza mai inciampare. Battute impertinenti e gag che si alternano a scene d'azione con un tempo tiranno che mette alle strette i due protagonisti: poco tempo per cambiarsi di abito, salvare la pelle e perseguire i loro altri scopi, molti i pericolosi criminali che accorciano sempre di più la distanza che li separa da loro, scomodi testimoni. Un guaio dietro l'altro che solo una raffica di bugie (un passaggio ripetuto da un personaggio a un altro) può aiutare a superare, ma solo fino a un certo punto. Essere sinceri, dire la verità, resta fondamentale per pulire la coscienza, dichiarare il proprio amore o mettersi definitivamente nei guai.
!!!EXTRA!!!
Gli altri attori e loro personaggi:
@1
George Raft - Spats Colombo
Pat O'Brien - Mulligan
Joan Shawlee - Susy
Billy Gray - Poliakoff
Dave Barry - Beinstock
@2
Soggetto - R. Thoeren, M. Logan
Sceneggiatura - Billy Wilder e I.A.L. Diamond
Fotografia - Charles Lang Jr.
Scenografie - Ted Haworth, Edward G. Boyle
Montaggio - Arthur P. Schmidt
@3
(alcune) Frasi celebri:
@4
#1
Poliakoff: -Ma tu senti, ha suonato 112 ore a una maratona di danza e ora è a letto con un forte esaurimento-
Susy: -Sempre a letto con qualcuno quella-
#2
Beinstock -Sax e contrabbasso sono felice che siate arrivate, ci avete salvato la vita-
-Altrettanto grazie-
#3
Zucchero: -Se c'è una ciliegia col verme tocca sempre a me-
#4
Jeraldine: -Se c'è una cosa che schifiamo sono gli uomini. Quelle bestie pelose piene di mani e poi...e poi vogliono tutti una sola cosa quei bruti-
#5
Susy: -Marylou, ricordati di allacciarti la vestaglia quando chiami il cameriere-
#6
Jerry: -Ho beccato un pizzico in ascensore-
Joe: -Vedi che vita dura fanno le donne?-
Jerry: - È incredibile! Con questo schifo di faccia-
Joe: -Non importa basta che porti le sottane. È come sventolare una bandiera rossa davanti a un toro-
Jerry: -Beh, sono stufo di fare la bandiera, voglio fare il toro!-
#7
Jerry: -Sono una donna, sono una donna-

5 commenti

Christian ha detto...

Per me questo capolavoro assoluto è uno dei dieci film più belli della storia del cinema! ^^

Ciao

Mr. Hamlin ha detto...

Mi rendo conto che sono di parte, avendo un blog che, come credo tu sappia, si chiama "Nessuno è perfetto" :-)

Però questo film è davvero una delle migliori commedie della storia dei cinema.
Oltre all'immenso Wilder, credo meriti la citazione il suo sodale I.A.L. Diamond, il cui contributo non è stato da meno in fase di sceneggiatura.

Roberto Fusco Junior ha detto...

Christian, divertentissimo, ben fatto, sì: un capolavoro
Mr. Hamlin, Ce lo so, ce lo so. Il tuo blog è un punto di riferimento per me. Il film è un classico da vedere assolutamente, e spero tanto di invogliare qualcuno che non lo ha visto a farlo. La sceneggiatura è perfetta.

Un saluto!

Luciano ha detto...

Eh! Ovviamente mi trovate d'accordo. Un grande, meraviglioso film!

Roberto Fusco Junior ha detto...

Luciano, meraviglioso. Tra duecento anni farà anora ridere a crepapelle.