Breaking News

Il segreto di Mora Tau (Zombies of Mora Tau) di Edward L. Cahn

Prima che i morti viventi spuntassero dal nulla per invadere i centri abitati, per vederli era necessario un viaggio esotico, per scatenarli era sufficiente il comando del loro padre padrone o la violazione (involontaria?) di qualche regola per loro importante.
Ne Il segreto di Mora Tau (Zombies of Mora Tau), uscito dopo i più famosi L’isola degli zombies e Ho camminato con uno zombie, siamo da quelle parti.
In Africa una spedizione marittima che trova (dopo molte ricerche? Questo sinceramente non l’ho capito avendo visto il film in lingua originale e senza sottotitoli, e non per masochismo ma perché non si può fare altrimenti visto che della pellicola non esiste una versione italiana in commercio) una nave affondata viene assalita da un gruppo di zombies.
Trovato rifugio in una casa il gruppo scopre dalla vecchia padrona (Marjorie Eaton) che gli zombies proteggono uno scrigno pieno di diamanti contenuto nella nave affondata.
All’interno del gruppo ci sono i soliti buoni, il palombaro (Gregg Palmer) che si innamora (ovviamente corrisposto) della nipote (Autumn Russell) della vecchia, e un professore (Morris Ankrum) che interroga l’anziana sui fatti relativi agli zombies, e i soliti cattivi, il capitano della nave della spedizione marittima (Joel Ashley) accompagnato dalla moglie (Allison Hayes) innamorata segretamente del palombaro.
Tra triangoli amorosi non corrisposti, rapimenti da parte degli zombies, Il segreto di Mora Tau (distribuito nelle sale americane insieme al film Prigionieri dell’eternità, horror fantascientifico di Laszlo Kardos) è un film ambizioso (c’è anche qualche scena subacquea) che senza troppi inciampi durante il percorso unisce piuttosto bene paura e avventura/azione. Non mancano infatti i colpi di scena né le scene spaventose come quella nella cripta con i morti che si alzano contemporaneamente dalle bare.

Morti viventi capaci di nuotare, camminare sul fondo del mare e sulla terra ferma, resistenti ai proiettili, inarrestabili insomma. Di una sola cosa hanno paura questi zombie anfibi: del fuoco e della luce forte, ma non per sempre. Un po’ come ne La notte dei morti viventi imparano presto che il fuoco non è poi così pericoloso. Soprattutto per gli spettatori dell’epoca , un’altra scena angosciante deve essere stata quella in cui gli zombies assaltano la nave invadente dei nostri protagonisti. Vedendola non ho potuto non pensare nuovamente a Romero e agli assedi presenti nei suoi film sugli zombies (una casa, un centro commerciale e via dicendo allargandosi sempre di più), o al grandissimo John Carpenter.

Sceneggiatura: Bernard Gordon, da un soggetto di George Plympton
Fotografia: Benjamin Kline
Scenografie: Paul Palmentola, Sidney Clifford
Montaggio: Jack Ogilvie
Musiche: Mischa Bakaleinikoff

La locandina per il doppio spettacolo Il segreto di Mora Tau + Prigionieri dell'eternità

Altri film di Edward L. Cahn, regista della pellicola, come piacciono a noi:
Invasion of the saucer man (1957) inedito in Italia
Il mostro dell'astronave (It! The terror from beyond space, 1958)
Assalto dallo spazio (Invisible invaders, 1959)

Locandina per il film realizzata dal pittore Anselmo Ballester

Trailer originale del film

13 commenti

Luciano ha detto...

Caspita! Qiesto vecchio film mimanca! Dev'essere molto affascinante!

Buone Feste e Buon Anno!

Roberto Fusco Junior ha detto...

Lo è, lo è.
Buona fine e buon inizio anche a te!

Anonimo ha detto...

them!
Bravo, hai fatto un ottimo lavoro.
Io insisterei sull' Allison Hayes ,con tutte le sue presenze nell' horror d'antan.Consiglierei uno studio sulla Clover production.Ti interessa l'altro film di Cahan "Bandiri atomici"?
Anche questa respira a mala pena..
Ciao.

Roberto Fusco Junior ha detto...

Grazie Them! Troppo buono!
Mi informerò sulla Clover Production. Banditi atomici mi interesserebbe eccome...
Ciao!

Anonimo ha detto...

them
e per la serie BASTA CHE RESPIRINO!" un altro della Clover:
"Il mostro della California"?

Roberto Fusco Junior ha detto...

Ti rispondo sempre di sì.
Però vorrei sdebitarmi in qualche modo...

Anonimo ha detto...

THEM!
Fammi sapere se hai ricevuto l' articolo.
Ciao

Anonimo ha detto...

THEM!
P:S:
Ho dimenticato di segnalarti che in internet si trova tutta la produzione della Clover.
Ho iniziato a scorrere quella della Allied Artist: per "La figlia del dr Jekyll", non so se mi spiego; che merviglia il dvd , in ITALIANO dopo più di 50 anni. Ah! che goduria inaspettata.
Ariciao.

Anonimo ha detto...

THEM!
P:S:
Ho dimenticato di segnalarti che in internet si trova tutta la produzione della Clover.
Ho iniziato a scorrere quella della Allied Artist: per "La figlia del dr Jekyll", non so se mi spiego; che merviglia il dvd , in ITALIANO dopo più di 50 anni. Ah! che goduria inaspettata.
Ariciao.

Roberto Fusco Junior ha detto...

Ho ricevuto il tuo articolo. Grazie!
La figlia del dottor Jekyll sto per ordinarlo. Non vedo l'ora.
Ciao.

Anonimo ha detto...

THEM!
purtroppo Banditi atomici ha smesso di "respirare", dvd rovinato;ti devi accontentare del
"Mostro".Se posso ti mando la fotocopia del 2 fogli italiano.
Ti avevo detto che ho una collezione impressionante di manifesti, locandine e fotobuste di cinema horror e fantascienza dagli anni 50 agli anni 70?
Ciao.

Roberto Fusco Junior ha detto...

La figlia del dottor Jekyll alla fine non l'ho più ordinato. Devo darmi una regolata con le spese. Tra il libro su Mario Bava e altre sciocchezze sto esagerando.
Non sapevo delle tue collezioni, ma un po' lo immaginavo.
Ciao!

Anonimo ha detto...

THEM!
Allora aspetta....