Breaking News

Il massone di Corrado Guzzanti

C’è un profondo legame tra i personaggi che Corrado Guzzanti imita e quelli che inventa. I secondo sono figli-vittime della società che i primi hanno contribuito a sviluppare.
Personaggi, questi inventati, pretesto quindi per parlare dell’Italia.
Con l’arrivo del Berlusconi bis e delle numerose “leggi vergogna” arriva il personaggio più spudorato nel raccontare questa società. Non più un personaggio comune come Lorenzo lo studente ignorante, Livore l’uomo stressato e agitatissimo, Pippo Chennedy il presentatore più ipocrita del mondo, Il guru religioso di Quèlo e via dicendo, no. Per la prima volta (insieme a quello del mafioso che sfrutta la Cirami) un personaggio di sua invenzione non è un uomo qualunque ma un uomo di potere incappucciato che (interrompendo a suo piacimento il programma Il Caso Scafroglia) comunica ai suoi “fratelli” (utilizzando a volte un linguaggio criptico) le decisioni appena prese: scalette dei telegiornali (chiaramente della RAI che va, secondo il loro progetto, eliminata), riabilitazione di vecchi politici (la casa dei ministri usati è solo una delle genialate legate a questo personaggio) e soppressione di avversari scomodi, leggi da far approvare. Tutto ma proprio tutto programmava, anche le eruzioni dell’Etna.
In altre parole, il massone (che ci sia qualche riferimento alla P2?) partenopeo con il viso coperto era l’uomo che ci diceva apertamente, più di qualsiasi altro suo personaggio, quello che stava succedendo in Italia: un tentativo di golpe fatto tutto sommato alla luce del sole.
P.S. C'è qualcuno che sa spiegarmi come mai il sito ufficiale di Corrado Guzzanti è chiuso?

2 commenti

Anonimo ha detto...

Miticissimo.
Ale55andra

ViolaVic ha detto...

Mi manca tanto Vulvia,Funari,Lorenzo, quelo...Corrado Guzzanti è il comico più acuto e delirante che conosca!