Breaking News

Wenders e la Mostra

Il ricordo più forte alla Mostra fu quando nel 1982 venni a piedi passando le Alpi. Ci misi tre settimane e all’arrivo all’albergo non mi volevano far entrare perché avevo uno zaino enorme sulle spalle. In quello stesso zaino, alla fine, c’era il Leone d’oro per Lo stato delle cose. La prima volta, nel ’73, era andata peggio: ritardai l’arrivo e la proiezione del mio Prima del calcio di rigore era finita, erano rimasti solo i miei attori che m’insultarono, si ubriacarono e fecero a botte.
Oggi, da presidente prevedo una giuria appassionata e litigiosa, che gestirò con disciplina teutonica. Daremo a tutti le stesse chance. Quattro italiani in concorso sono troppi? Ci sono altrettanti giapponesi.
!!!
Preso, senza autorizzazione, da La Repubblica di oggi.

2 commenti

Renzo Becherelli ha detto...

Grande Wim! ... a piedi fino a Venezia, come aveva fatto Werner Herzog da Monaco a Parigi (cfr. il libro "Sentieri nel ghiaccio").
Sarebbe bello un film/documentario su questo viaggio.

Mario Scafidi ha detto...

bello questo aneddoto. A mio parere i quattro italiani in concorso sono abbastanza deboli da non costituire motivo d'allarme. Anche quest'anno l'Italia non prenderà il leone d'oro...pazienza..!