Breaking News

Nemico pubblico di Michael Mann



Già portata più volte sul grande schermo, la vita di John Dillinger è qui affrontata analizzando la sua persona anche al di là della sua attività criminale. E i due mondi ci sembrano abbastanza coincidenti, innanzittutto perché Dillinger (Johnny Depp) era convinto di essere padrone del mondo, il numero uno delle rapine, e quindi, evidentemente, anche delle persone che incrociavano il suo cammino. Un rapinatore atipico che non accettava i soldi messi in banca da onesti risparmiatori. Billie (Marion Cottilard), la donna con la quale inizia una relazione non ha il carattere forte necessario per fronteggiare il malvivente: si lascia imbambolare dalle sue parole, dalla sua personalità, è lui a decidere che lei sarà la sua donna, non il contrario, la ragazza non può che accettare affascinata dal suo carisma, incapace di controbattere. Le promette mari e monti, non come tanti cazzari squattrinati consapevoli della beffa, eppure il suo è un mondo di illusioni perché non si rende conto, sentendosi padrone del mondo, che prima o poi l'età dell'oro finirà. Lo avverte la sua donna che piano piano apre gli occhi. Finisce in galera svariate volte riuscendo sempre ad evadere, la prima volta all'inizio del film, finché non entra in campo un segugio figlio di puttana (Christian Bale) indisposto a farsi prendere per il culo come gli altri, uno sbirro con una marcia in più. E poi ci sono da considerare i suoi compagni di rapina, uno su tutti il folle Baby Face Nelson (Stephen Graham), anche loro con un ruolo importante nello sfacello della sua vita.


Girato magistralmente da Michael Mann e interpretato da un cast gigantesco e indovinato, Nemico Pubblico (Public Enemies) finisce col rendere giustizia ad un personaggio che tutto sommato risulta essere il meno peggiore tra quelli rappresentati.


Sceneggiatura - Ronan Bennett, Michael Mann, Ann Biderman

Fotografia - Dante Spinotti


Scenografie - Nathan Crowley, Patrick Lumb, William Ladd Skinner


Costumi - Colleen Atwood


Montaggio - Jeffrey Ford, Paul Rubell


Musiche - Elliot Goldenthal

5 commenti

Absinto ha detto...

Devo assolutamente vederlo settimana prossima, però ti faccio già i complimenti per la recensione che mi ha incuriosito ancora di più!

Roberto Fusco Junior ha detto...

Non è male, vedilo e fammi sapere.

Absinto ha detto...

Con piacere!

Anonimo ha detto...

Non è male per me è troppo poco per questo film che è veramente superbo. Si prospetta uno dei migliori in assoluto di questa stagione cinematografica, anche se siamo solo a metà...

Ale55andra

Roberto Fusco Junior ha detto...

Absinto, ti è piaciuto molto questo film, forse più a te che a me, a mente fredda.
Ale55andra, come dicevo sopra, non mi ha fatto impazzire. Quest'anno poca roba interessante e Nemico pubblico è uno dei pochi che si salva nonostante tutto.